La guida da Semalt: come rimuovere lo spam di referral da Google Analytics

Il travestimento di spam da referral come legittimo visitatore del sito web ha compromesso le segnalazioni fatte da Google Analytics. Ad un certo punto, Google stava esaminando la questione, senza trovare una certa soluzione.

Il problema attuale è che le persone non sanno cosa sia lo spam di riferimento, come individuarlo e come liberarsene. Rappresenta un rischio significativo per le aziende quando iniziano a utilizzare rapporti non accurati per determinare le loro campagne di marketing per aumentare i tassi di conversione, l'ottimizzazione delle decisioni, l'ottimizzazione della pagina di destinazione e molto altro. In alcuni casi, gli esperti di marketing continuano a presentare i dati ai loro capi, che potrebbero essere fuori dal comune fino al 60 percento.

Alexander Peresunko, l'esperto di Semalt, spiega cos'è lo spam di riferimento, come identificarlo, quali sono le modalità di eliminazione dello spam di riferimento dai rapporti di Google Analytics e come evitare che si ripresenti questa situazione.

Spam di riferimento

Parte dello spam non riesce mai a visitare il sito e viene comunemente definita spam "Ghost". Tuttavia, appare ancora nei rapporti come traffico legittimo che influisce, tra gli altri, su frequenza di rimbalzo, conversione, tempo sul sito e sessioni totali. Un'azienda importante, che registra molte sessioni, potrebbe non considerare questo un problema significativo. Per le aziende più piccole, tuttavia, è un motivo di preoccupazione. Può rappresentare oltre il 60% delle sessioni giornaliere che incidono su report mensili, test A / B e altri test sul tasso di conversione.

Il motivo per cui questi dati non visitano il sito Web ma vengono visualizzati in GA è dovuto al protocollo di misurazione, sviluppato da Google. Tiene traccia dei comportamenti dei clienti da fonti di dati offline e li indirizza a Google Analytics. Tuttavia, apre le porte agli spammer furbi che forzano i dati grezzi attaccando i codici di tracciamento UA, bypassando così il sito Web.

Identificazione dello spam di segnalazione

Esistono molti modi per identificare lo spam di riferimento, ma il più veloce è attraverso la scheda "Acquisizione" per visualizzare "Tutto il traffico", quindi la fonte / mezzo. Se non si riconosce immediatamente un sito spam, incollare l'URL nel browser dovrebbe confermare tutti i dubbi. Tuttavia, alcuni spammer sono diventati più sofisticati, quindi è anche una buona idea esaminare la frequenza di rimbalzo, le pagine / la sessione e le nuove metriche di sessione. Se sono al 100%, questo traffico non visita il sito.

Rimozione del traffico falso da Google Analytics

La procedura suggerita funziona il 100% delle volte su account vecchi e nuovi. L'unico problema è che richiede aggiornamenti regolari poiché continuano a spuntare nuovi domini. Non esiste una correzione permanente, forse fino a quando Google non ne fornisce una.

Iniziare

Creare una copia della vista esistente che dovrebbe rimanere intatta e non filtrata come misura di sicurezza nel caso in cui i filtri filtrino i dati legittimi. I filtri bloccano tutto il traffico futuro noto per contenere spam di riferimento. Per il primo filtro, fai clic su Amministratore, seleziona la vista Filtrata e inserisci un nome preferito per il filtro poiché potrebbe richiedere diversi. È quindi necessario selezionare Escludi e selezionare Sorgente campagna. Il Pattern filtro è dove va la stringa del filtro.

Pulizia dei vecchi rapporti di Google Analytics

Si può anche rimuovere lo spam dai report storici utilizzando un singolo segmento personalizzato. Attenersi alla seguente procedura: fare clic su Acquisizione, Tutto il traffico, Fonte / mezzo. Una volta lì, fai clic su Aggiungi segmento e + Nuovo segmento. Dopo il completamento degli input pertinenti, fare clic su Salva.

Portare la lotta agli spammer

Non vi è nulla che influenzi un sito A / B più di una segnalazione imprecisa. Non è fino a quando Google non rilascia una soluzione definitiva al problema sollevato dallo spam referral. Attualmente, le procedure sopra indicate sono le migliori guide per garantire che Google Analytics non abbia spam di riferimento.